Malasanità, scambio di pazienti: muoiono due anziani

Un tragico errore è costato la vita a due pazienti: al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli, due anziani, poi deceduti, sono stati “scambiati” e trasferiti nei reparti sbagliati. Uno doveva andare in rianimazione ma è finito in chirurgia, l’altro ha fatto il percorso inverso. E’ stata avviata un’inchiesta e sono state disposte le autopsie su entrambi i cadaveri.

L’episodio risale a una decina di giorni fa. L’uomo finito per errore in Chirurgia, un ultraottantenne, è morto il 21 gennaio mentre il secondo, che doveva essere portato in Rianimazione, è deceduto due giorni dopo. Entrambi sono stati vittima di uno “scambio”, di un errore che li ha visti trasferiti nei reparti sbagliati. L’Asl di Roma ha avviato un’indagine interna per accertare la dinamica dei fatti: il personale sanitario si è accorto dell’errore poco dopo lo scambio delle lettighe ma a nulla sono valsi i tentativi e le cure portate dagli anestesisti-rianimatori presenti nei due reparti.

Quadri clinici molto gravi – A lanciare il primo allarme sono stati i parenti dell’anziano finito in Chirurgia dopo aver parlato con il medico: e proprio in quei momenti anche il personale, ricostruendo i trasferimenti, si è accorto del tragico errore. Ma ormai era troppo tardi essendo il quadro clinico decisamente complicato. Il primo paziente, infatti, era molto anziano mentre il secondo soffriva di malnutrizione e alcolismo.


Sei stato vittima di un errore medico? Il risarcimento è il tuo obiettivo, ma non sai come fare per ottenerlo?

Compila il modulo qui sotto e richiedi un appuntamento.

Rispondiamo subito e gratis.

arrow

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

Numero di telefono(richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Write a Reply or Comment