Via Santolo Riemma, 4 - Acerra (NA)

Centro Direzionale, Napoli - Isola F12 | VI Piano | Int. 68

Centro Direzionale, Napoli - Isola F12 | VI Piano | Int. 68

ABORTO IN ITALIA: E’ LEGALE?

NEWS

ABORTO IN ITALIA: E' LEGALE?

Posted: Febbraio 18, 2020
Category: NEWS

La nascita di un figlio è una cosa meravigliosa ma non sempre quest’evento viene vissuto con gioia: può succedere che per particolari condizioni economiche, sociali o salute, la futura mamma decida di rinunciare al proprio figlio.
In Italia, la legge consente alle donne di abortire.
Abortire è legale… ma molte persone, ignare di ciò, ricorrono a pratiche di interruzione di gravidanza tanto rischiose da mettere a repentaglio la loro stessa vita.

𝐈𝐍𝐓𝐄𝐑𝐑𝐔𝐙𝐈𝐎𝐍𝐄 𝐃𝐈 𝐆𝐑𝐀𝐕𝐈𝐃𝐀𝐍𝐙𝐀: 𝐄’ 𝐋𝐄𝐆𝐀𝐋𝐄?
L’interruzione di gravidanza in Italia è legale purchè sia praticata entro i limiti indicati dalla legge.
La donna che non intende portare avanti la gravidanza può rivolgersi presso una struttura ospedaliera e chiedere di abortire.

𝐐𝐔𝐀𝐍𝐃𝐎 𝐄’ 𝐋𝐄𝐆𝐀𝐋𝐄 𝐋’𝐀𝐁𝐎𝐑𝐓𝐎?
In Italia è legale 𝗮𝗯𝗼𝗿𝘁𝗶𝗿𝗲 𝗲𝗻𝘁𝗿𝗼 𝗶 𝗽𝗿𝗶𝗺𝗶 𝗻𝗼𝘃𝗮𝗻𝘁𝗮 𝗴𝗶𝗼𝗿𝗻𝗶 dal concepimento se la donna ritiene che il portare avanti la gravidanza possa comportare un serio pericolo per la sua salute.

𝗜𝗻 𝗜𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮 𝗹’𝗮𝗯𝗼𝗿𝘁𝗼 𝗲̀ 𝗹𝗲𝗴𝗮𝗹𝗲 𝗽𝘂𝗿𝗰𝗵𝗲̀:
– sia praticato entro i primi novanta giorni dal concepimento;
– vi siano valide ragioni che inducono la donna a interrompere la gravidanza, ragioni che la legge individua non solo nei problemi di salute ma anche nelle ragioni economiche o sociali.

𝗔𝗕𝗢𝗥𝗧𝗢: 𝗖𝗛𝗜 𝗗𝗘𝗖𝗜𝗗𝗘?
La legge italiana attribuisce solamente alla 𝗱𝗼𝗻𝗻𝗮 la scelta di abortire.
Sarà la donna a decidere se tenere il bambino o no.

𝐀𝐁𝐎𝐑𝐓𝐎: 𝐂𝐇𝐈 𝐃𝐄𝐂𝐈𝐃𝐄 𝐒𝐄 𝐋𝐀 𝐃𝐎𝐍𝐍𝐀 𝐄’ 𝐌𝐈𝐍𝐎𝐑𝐄𝐍𝐍𝐄?
Una delle eccezioni a quanto detto sopra è quella riguardante il caso in cui la donna sia 𝗺𝗶𝗻𝗼𝗿𝗲𝗻𝗻𝗲. La legge dice che se la donna non ha ancora compiuto i diciotto anni, in caso di aborto, è richiesto l’assenso di chi esercita la 𝗿𝗲𝘀𝗽𝗼𝗻𝘀𝗮𝗯𝗶𝗹𝗶𝘁𝗮̀ 𝗴𝗲𝗻𝗶𝘁𝗼𝗿𝗶𝗮𝗹𝗲 o, in assenza, la tutela.

Ci sono casi in cui la donna minorenne può decidere di abortire 𝘀𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗱𝗼𝘃𝗲𝗿 𝗰𝗵𝗶𝗲𝗱𝗲𝗿𝗲 𝗮𝗹𝗰𝘂𝗻 𝗰𝗼𝗻𝘀𝗲𝗻𝘀𝗼:
– se la donna ritiene che vi siano 𝗳𝗼𝗻𝗱𝗮𝘁𝗶 𝗺𝗼𝘁𝗶𝘃𝗶 per non comunicare il suo stato di gravidanza ai propri genitori (per paura di avere ripercussioni fisiche);
– se i genitori prendono decisioni contrastanti, il consultorio o medico di fiducia della donna, possono chiedere direttamente al 𝗴𝗶𝘂𝗱𝗶𝗰𝗲 𝘁𝘂𝘁𝗲𝗹𝗮𝗿𝗲 di decidere in merito all’interruzione di gravidanza;
– se il medico accerta l’𝘂𝗿𝗴𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝘃𝗲𝗻𝘁𝗼 a causa di un grave pericolo per la salute della minore, indipendentemente dall’assenso dei genitori.

𝐀𝐁𝐎𝐑𝐓𝐎 𝐓𝐄𝐑𝐀𝐏𝐄𝐔𝐓𝐈𝐂𝐎: 𝐂𝐎𝐒’𝐄’?
L’interruzione di gravidanza 𝗼𝗹𝘁𝗿𝗲 𝗶 𝗻𝗼𝘃𝗮𝗻𝘁𝗮 𝗴𝗶𝗼𝗿𝗻𝗶 è consentito dalla legge italiana solo nel caso di 𝗮𝗯𝗼𝗿𝘁𝗼 𝘁𝗲𝗿𝗮𝗽𝗲𝘂𝘁𝗶𝗰𝗼, cioè:
– quando la gravidanza o il parto comportino un 𝗴𝗿𝗮𝘃𝗲 𝗽𝗲𝗿𝗶𝗰𝗼𝗹𝗼 per la vita della donna;
– quando siano accertati 𝗽𝗿𝗼𝗰𝗲𝘀𝘀𝗶 𝗽𝗮𝘁𝗼𝗹𝗼𝗴𝗶𝗰𝗶, tra cui quelli relativi a rilevanti anomalie o malformazioni del nascituro.

La legge italiana ci dice che si può abortire quando, 𝗲𝗻𝘁𝗿𝗼 𝗶 𝗽𝗿𝗶𝗺𝗶 𝘁𝗿𝗲 𝗺𝗲𝘀𝗶 𝗱𝗶 𝗴𝗿𝗮𝘃𝗶𝗱𝗮𝗻𝘇𝗮, la donna ritenga di non poter tenere il figlio per motivi economici o sociali; l’𝗮𝗯𝗼𝗿𝘁𝗼 𝘁𝗲𝗿𝗮𝗽𝗲𝘂𝘁𝗶𝗰𝗼 è consentito anche alla donna minorenne.

Dopo i primi novanta giorni, indipendentemente dall’assenso del genitore, alla minore degli anni diciotto può essere praticata l’interruzione di gravidanza nel caso di imminente pericolo di vita per la stessa.

Hey, like this? Why not share it with a buddy?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.



CHI SIAMO

__________________

Lo Studio Legale Laudando offre una vasta gamma di servizi
e di consulenza legale. Rinomato a livello nazionale, il nostro
obiettivo principale è la soddisfazione del cliente e stabilire con
esso un rapporto chiaro, sereno e di fiducia.






ULTIMI POST


DOVE TROVARCI

__________________

ACERRA
Via Santolo Riemma, 4
Tel. 081 520 9150
Email avv.antoniolaudando@studiolaudando.it

NAPOLI
Centro Direzionale, Is. F12 | VI Piano | Int. 68
Tel. 081 520 9150
Email avv.antoniolaudando@studiolaudando.it